L'ultimo avamposto del mondo

Un viaggio tra rocce e acqua, alberi e borghi dimenticati da Dio, ma non dall’uomo, alla scoperta di un luogo ai confini del mondo, la bassa Carnia e l’Alta Valle dell’Arzino. Un itinerario che ha come partenza Verzegnis e l’Osteria “La Stella D’Oro”, sede del comando cosacco. In questi luoghi il protagonista si muove fra fantasmi di soldati e indemoniate, paesi abbandonati e territori liquidi.
L’andare lo porta verso Sella Chianzutan per poi giungere a Pozzis, frazione del comune di Verzegnis, borgo abitato da oltre 30 anni da un unico abitante, Alfeo Carnelutti, di cui viene raccontata la storia, il suo rapporto con la montagna, la città e gli animali, l’emigrazione, la transumanza, la difficoltà a vivere in solitudine, il silenzio della neve e il rumore dell’acqua, l’amore e il mondo che lo circonda. La storia di una scelta, di una vita al margine, al confine estremo delle cose. Sempre a Pozzis faceva base il partigiano Daniel con il suo Battaglione Stalin che ha vissuto un’esistenza da romanzo epico, fatta di prigionie e campi di concentramento, fughe e speranze, dalla madre Russia alla Germania nazista, dalla Svizzera fino a giungere in terra friulana, e qui combattere con la Resistenza. E poi c’è l’Arzino e una breve camminata che risale fino alla sorgente e che fa riflettere su se stessi, il fiume e l’origine delle cose.

Respiro a occhi chiusi il silenzio sapiente di questa terra. Che è davvero l’Ultimo avamposto del mondo, nella visione straordinaria che il mio amico Mauro Daltin è stato capace di raccogliere fra borghi e pietraie: con tutti i volti e le vicende di un’umanità variopinta, birillata dal tempo fin qui, generazione dopo generazione, a scavarsi la via della vita a mani nude, per aprirsi un passaggio nel proprio destino: tragico, comico, eroico, o meravigliosamente impastato di quella quotidianità che sa di buono e di vero.

dalla postfazione di Angelo Floramo

Lettura integrale del libro in sette puntate sulle frequenze di Radio Rai 1 Fvg

Copertina.Daltin.Carnia(1)

postfazione di Angelo Floramo
Edizioni Biblioteca dell’Immagine
Pagine 120
Isbn: 978-88-6391-150-3
12 euro

Il trailer del libro

La presentazione a Vicino/lontano