Scrittura di viaggio

Quali sono i modi e le tecniche per raccontare un viaggio o una storia? Come percepiamo noi stessi, il nostro corpo e la nostra mente, quando camminiamo in un bosco o viaggiamo dall’altra parte del mondo? E in che relazione siamo con tutto quello che ci circonda? Con chi incontriamo? Da sempre chi inizia un viaggio sente l’urgenza di mettere per iscritto su una pagina, di fermare, le proprie emozioni e quello che sta vivendo. È l’urgenza di appuntare, raccontare, ascoltare, osservare nascosta in ogni viaggiatore.

Mauro Daltin, nei cinque appuntamenti cercherà di entrare in queste dinamiche e fra le pieghe delle pagine dei grandi scrittori di letteratura di viaggio per andare a scomporre i loro racconti, analizzandone intenti e punti di forza, per poi ricomporre il tutto con i testi elaborati direttamente dai corsisti. Accanto agli elementi di base della scrittura creativa (incipit e finali, costruzione dei dialoghi e dei personaggi, punti di vista e descrizioni, forme della narrazione e analisi della struttura di un racconto) si analizzeranno in particolare racconti di Paolo Rumiz, Pino Cacucci, Bruce Chatwin, Henry David Thoreau, Tiziano Terzani, Ryszard Kapuscinski, Marco Aime, Emilio Rigatti, Claude Marthaler, Ettore Mo e molti altri.
Lorenza Stroppa lavorerà sui diversi generi: reportage, diari di viaggio, articoli da riviste di settore, sempre con un approccio molto pratico in cui la scrittura e la lettura saranno gli elementi cardine di ogni incontro. Inoltre, una lezione sarà dedicata anche al mondo editoriale, agli eventi legati al viaggio, al come proporre i propri testi a riviste o case editrici.
Due saranno gli ospiti che terranno una lezione ciascuno sulla loro esperienza di scrittori, di viaggiatori, su come il viaggio caratterizza il loro modo di raccontare le storie. Emilio Rigatti, scrittore, ciclo viaggiatore e non solo, ha vinto il premio Albatros per la letteratura di viaggio, è autore di numerosi libri di viaggio per Ediciclo e Pietro Spirito, giornalista professionista, autore di molti libri per Guanda, Sellerio e altre importante case editrici, finalista al premio Strega.
Un’uscita diurna, in un luogo da concordare, sarà il momento per mettere in pratica, in una lezione all’aperto, le varie tecniche discusse e per osservare un luogo con gli occhi di chi poi lo vuole raccontare.
Ai partecipanti verranno dati libri, bibliografie e altro materiale didattico utile come strumenti per approfondire.
________________________________________


il programma

Scrivere di viaggio
– La percezione del sé all’interno di uno spazio.
– L’uso dei cinque sensi e della fantasia.
– Gli elementi della scrittura creativa in un racconto di viaggio
– Le “decisioni” da prendere prima di mettersi a scrivere.
– Punti di vista
– Incipit
– Temporalità di un racconto
– Costruzione di un personaggio
– Dialoghi
– Descrizioni di ambienti e di persone
– Digressioni
– Finali
– Strutture del racconto
– La revisione del testo

Gli altri generi della scrittura di viaggio
– Il Reportage
– Il diario di viaggio
– Il Carnet
– L’articolo

I nostri compagni di viaggio
testi di Paolo Rumiz, Bruce Chatwin, Marco Aime, Henry David Thoreau, Pino Cacucci, Emilio Rigatti, Tiziano Terzani, Ettore Mo e altri)

Modi diversi di raccontare e promuoversi
Pubblicare un reportage in forma di libro (quale casa editrice scegliere e come proporsi)
La promozione di se stessi (gli eventi, i festival, come procurarsi gli incontri e come organizzare l’esposizione)

Esercitazioni

Scrittura e confronto continuo sui racconti prodotti dai corsisti sia durante gli appuntamenti sia a casa.

L’ospite (1)
Pietro Spirito
Il reportage narrativo. Strumenti e trucchi del mestiere.

L’ospite (2)
Emilio Rigatti
Le bussole: i libri, le mappe, le fotografie.